SPORT
Canada, il CT Benito Floro alla ricerca della prima vittoria
Scritto il 2014-08-29 da Franco Spicciariello su Nazionale USA

Per la Nazionale canadese il tempo delle chiacchiere e iniziare ad ottenere risultati, anche se quella contro la Giamaica del 9 settembre al BMO Field di Toronto è solo un'amichevole. Ma quando la vittoria manca 16 partite e quasi due anni (un 3-0 su Cuba il 12 ottobre 2012), e si finisce 122° nel Ranking FIFA dietro la Repubblica Centrafricana, si capisce come vincere diventi così importante.

Per rilanciarsi la Canada Soccer Association si è affidata alcuni mesi fa al CT Benito Floro alla prima esperienza con una Nazionale. Lo spagnolo ha iniziato al sua carriera di allenatore nell'Albacete nel 1989, andando poi a guidare il Real Madrid nel periodo 1992-1994 (un secondo posto e un quarto e una Copa del Rey). Di seguito si è seduto sulle panchine di Villareal, Sporting Gijon, Maiorca, iniziando quindi a girare il mondo: Vissel Kobe (Giappone), Monterrey (Messico), Barcelona de Guayaquil (Ecuador) e Wydad de Casablanca (Marocco).

Il 9 settembre, dopo alcune amichevoli in giro per l'Europa e alcuni ritiri, prende quindi il via il percorso verso la CONCACAF Gold Cup 2015, in cui il Canada punta a qualificarsi tra le prime quattro per poter anche accedere alla Copa America Centenario che si giocherà negli USA nel 2016.

Ieri notte Floro ha reso noto la lista dei 24 convocati per il ritiro - il primo in Canada da quando l'ex allenatore del Real Madrid è stato ingaggiato - in preparazione al match con la Giamaica, un mix di giocatori con base in Nordamerica e Europa.

Per me è un match speciale, il primo davanti ai nostri tifosi.. Per questo voglio una bella partita, voglio non solo una vittoria ma una bella prova" ha detto Floro in una nota.

Sono 9 i giocatori provenienti dall MLS chiamati da Floro: 5 del Toronto FC, 4 del Montreal Impact – incluso il 19enne Quillan Roberts, alla sua prima chiamata. Ci sarà anche il ritorno del veterano Patrice Bernier, che si è visto rararamente negli ultimi 18 mesi. Per lui, ormai 35enne, potrebbe essere il match del canto del cigno.

Lo stesso vale per Dwayne De Rosario, 36 anni e ormai spesso in panchina o in tribuna col TFC. Ma Floro crede molto al ruolo dei veterani - gente come Atiba Hutchinson e Julian de Guzman – convinto che sia di beneficio per i giovani. E poi DeRo è stato chiaro nel dire di non aver alcuna intenzione di mollare per almeno un altro anno.

Non ci saranno vari giocatori che sono nel radar della Nazionale, a cominciare dal rookie Tesho Akindele, contattato dalla federazione canadese ma che ha preferito restare a giocare col FC Dallas impegnato nella corsa ai playoff, visto che la MLS non si fermerà nonostante la data FIFA.

Manca anche il centrocampista dei Portland Timbers Will Johnson, che sta per avere un figlio, mentre Russell Teibert (Vancouver Whitecaps) e Jonathan Osorio (Toronto FC) sono anche loro a disposizione dei rispettivi club. Floro avecva chiamato anche Cyle Larin, attaccante della University of Connecticut già convocato in passato, ma impegni accademici impediranno al giocatore di esserci.

Saranno infine presenti quasi tutti i milgiori canadesi che giocano in giro per il mondo, come il difensore David Edgar (Birmingham City) e gli attaccanti Randy Edwini-Bonsu (Kickers Stoccarda) e Simeon Jackson del Coventry.

I giocatori raggiungeranno il ritiro domenica. Prossimo impegno il 18 novembre contro Panama a Panama City.

La rosa del Canada:

Portieri: Kenny Stamatopoulos (AIK/Sweden); Milan Borjan (unattached); Quillan Roberts (Toronto FC)
Difensori: Nik Ledgerwood (Energie Cottbus/Germania); Andre Hainault (VfR Aalen/Germania); Doneil Henry (Toronto FC); Dejan Jakovic (Shimizu S-Pulse/Giappone); Adam Straith (senza squadra); Karl W. Ouimette (Montreal Impact); Jeremy Gagnon-Laparé (Montreal Impact); David Edgar (Birmingham City/Inghilterra)
Centrocampisti: Ashtone Morgan (Toronto FC); Julian de Guzman (senza squadra); Pedro Pacheco (CD Santa Clara/Portugal); Kyle Bekker (Toronto FC); Atiba Hutchinson (Besiktas/Turchia); Marcel de Jong (FC Augsburg/Germania); Issey Nakajima-Farran (Montreal Impact); Patrice Bernier (Montreal Impact)
Attaccanti: Tosaint Ricketts (Hapoel Haifa/Israele); Simeon Jackson (Coventry City/Inghilterra); Marcus Haber (Crewe Alexandra/Inghilterra); Randy Edwini-Bonsu (Stuttgarter Kickers/Germania); Dwayne De Rosario (Toronto FC)

Articoli Correlati
Il livello di calcio che si vede in campo non sarà forse al pari delle top leagues europee, ma quando si parla di social media, i team MLS non conosco rivali. Un esempio? LA Galaxy e Portland Timbers si sono affrontate domenica notte allo StubHub Center di Carson (California), col team guidato da Caleb Porter uscito vittorioso 1-0 in trasferta. Ad un certo punto del match è accaduto che il difensore dei LA Galaxy Jelle Van Damme abbia provato ad intervenire su un pallone conteso con il colombiano Diego Chara. Da quanto si è potuto vedere in TV, tra i due non c'è stato alcun contatto, nonostante un notevole volo in terra di Chara. Simulazione quindi, ma l'arbitro ha deciso di presentare a Van Damme il primo cartellino giallo, cui tre minuti dopo ne è seguito un altro (stavolta colpa sua) lasciando così LA in 10. A quel punto, il social media team dei Galaxyy è... entrato in campo. are we doing this right? ☄️ #shootingstars #memes pic.twitter.com/8wds3Wnop8 — LA Galaxy (@LAGalaxy) March 13, 2017 Non male anche la reazione di Van Damme via Twitter ✌

Calcio - Socceritalia

L'Atlanta United che ha distrutto il Minnseota United per 6-1 è chiaramente la squadra più rappresentata di questo Week 2 MLS Team of the Week. Sono infatti tre i rappresentanti dell'ATLUTD nel top 11 della settimana, a partire dall'ex torinista Josef Martinez autore di una tripletta, seguito dal regista Miguel Almiron e dal terzino sinistro della Nazionale USA Greg Garza, cui si aggiunge "Tata" Martino in panchina. Due invece i calciatori del Chicago Fire, vittorioso sabato sul Real Salt Lake, e sono: Dax McCarty e Johan Kappelhof. Riassumendo: il rientrante Tim Howard (Colorado Rapids) in porta. Linea di difesa a tre con Garza, Johan Kappelhof e Matt Hedges (FC Dallas, cresciuto nel Reading in Inghilterra). Centrocampo con Ignacio Piatti a costruire e Dax McCarty a distruggere, Anibal Godoy e Miguel Almiron (autore anche di una doppietta contro MInnesota). Attacco a tre con lo spagnolo David Villa - doppietta per lui contro il D.C. United - Martinez, e il messicano della Houston Dynamo Erick "Cubo" Torres, al secondo gol stagionale in due partite. In panchina: Jake Gleeson, POR; Nick Lima, SJ; Alex, HOU; Felipe, NY; Sebastian Lletget, LA; Maxi Moralez, NYC; Alberth Elis, HOU. Allenatore: Gerardo "Tata" Martino (ATL)

Calcio - Socceritalia

Meno di un mese e si riparte con il campionato di calcio di Serie A. Il via preliminare alla nuova stagione è stato dato ieri all’Expo di Milano con la definizione del calendario della Serie A 2015/2016. Nel campionato che sta per partire ricomincia la caccia alla Juventus campione in carica, e allo stesso tempo si dà il benvenuto alle tre neopromosse tra le quali c’è un gradito ritorno, quello del Bologna, e due debutti assoluti nella massima serie, quelli di Carpi e Frosinone. Il via al campionato è fissato per il 22 agosto, mentre l’ultima giornata è in programma il 15 maggio 2016. Partenza col botto per la nuova Serie A con Fiorentina-Milan alla prima giornata, Roma-Juve alla seconda, Inter-Milan alla terza e Napoli-Lazio alla quarta. Match clou L’inizio del campionato è infarcito di big match con l’incontro tra Juventus e Roma, prima e seconda dello scorso campionato, che andrà in scena all’Olimpico già alla seconda giornata. La sfida tra Napoli e Lazio, decisiva a fine campionato per andare ai preliminari di Champions, è in programma alla 4° giornata. Napoli-Juventus si giocherà alla 6° giornata, mentre nel turno successivo la squadra di Sarri andrà a San Siro per Milan-Napoli. Il derby d’Italia, Inter-Juventus, va in scena all’8° giornata, mentre alla 9° c’è Fiorentina-Roma. La sfida tra Juve e Milan è in programma alla 13°, con alla 14° uno stuzzicante Napoli-Inter. Chiusura ad alta tensione con l’ultima giornata, la 19°, che propone Roma-Milan e Fiorentina-Lazio. Derby Nemmeno le stracittadine, cinque in tutto quest’anno nel massimo campionato di calcio, dovranno aspettare più di tanto per animare le città di Milano, Roma, Torino, Genova e Verona. Il primo derby in programma è quello della Madonnina, con Inter-Milan in programma alla 3° giornata. Alla 7° si gioca Chievo-Verona, mentre all’11° giornata sarà la volta del derby della Mole tra Juventus e Torino. Nel turno successivo, 12° giornata, occhi puntati sull’Olimpico per Roma-Lazio. La serie di derby è chiusa da quello della Lanterna, Genoa- Sampdoria, in programma alla 18° giornata.

Calcio - Comunicablog

SOCCERITALIA
SPORT