SPORT
Copa America, Giamaica: il ritorno di Giles Barnes
Scritto il 2015-06-10 da Franco Spicciariello su Concacaf

C'è anche Giles Barnes nella lista dei convocati della Giamaica per la Copa America al via in Cile venerdì (tutti i match in diretta su Gazzetta TV, canale 59 del digitale terrestre).

L'ex centrocampista del Derby County è diventato uno dei "dimenticati" del calcio inglese, in cui era esploso nel 2005 a soli 17 anni. Oggi Barnes milita nella Houston Dynamo, e con le sue prestazioni ha convinto il CT dei Reggae Boyz, Winfried Schafer, ad includerlo nella lista dei giocatori che affronterà la prima Copa America di sempre della Giamaica, Nazionale invitata quale rappresentante della CONCACAF.

Barnes è ancora una novità per la Nazionale, con cui ha esordito solo nello scorso marzo, mostrandosi però subito importante con un gol nel 2-1 contro il Venezuela. Con lui in lista ci sono altri giocatori con esperienza inglese: i centrocampisti Rodolph Austin (Leeds United),  Joel McAnuff (Leyton Orient) e Wes Morgan (Leicester), Joel Grant (Yeovil); dal Crystal Palace il difensore Adrian Mariappa e Michael Hector (Reading), oltre all'attaccante del Derby County Simon Dawkins, passato per i San Jose Earthquakes nel 2011/12

Saranno con Barnes in Giamaica dalla MLS il compagno a Houston Jermaine Taylor, il difensore Kemar Lawrence (NY Red Bulls), il centrocampista Je-Vaughn Watson (FC Dallas) e l'attaccante dei Vancouver Whitecaps Darren Mattocks (Vancouver). Dalle serie inferiori USA arrivano invece il portiere Ryan Thompson (Pittsburgh Riverhounds) e il centrocampista Lance Laing (FC Edmonton).

Dopo gli esordi in Premier, il 26enne Barnes ha ricostruito la sua carriera negli Stati Uniti. Grande promessa del Derby County di Phil Brown, nel 2005 su di lui c'era l'interesse di club quali Manchester United, Everton, Newcastle United, Tottenham, Liverpool and Arsenal. Ma qualche infortunio di troppo ne hanno frenato la carriera, e nel 2009 è arrivato l'addio al Derby. Di lì poi Fulham, West Brom e Doncaster, senza mai riuscire ad arrivare ai livelli da lui attesi.

Giocatore molto veloce, a bloccarlo è stata prima una frattura stress alla caviglia, e poi i legamenti e quindi il tendine d'Achille. Un calvario. Più volte i club MLS lo hanno cercato, sempre attente ai talenti giamaicani, ma il trasferimento è arrivato solo nel 2012, anno che Bares ha descritto come "il momento giusto per venire qui [negli USA] ed iniziare un nuovo capitolo della mia vita".

Ed in Texas Barnes ha riscoperto sé stesso. La scorsa stagione è stato il migliore della Houston Dynamo, vincendo quattro premi di squadra: MVP, Players' Player of the Year, Golden Boot e Ironman of the Year. In questa stagione, sotto la guida dell'ex boss di Bolton e Burnley Owen Coyle, la sua forma sembra in crescita continua, come dimostra la corsa da 60 metri per andare a consegnare un assist al compagno Will Bruin nella vittoria contro Toronto. Finalmente, dopo i tanti infortuni, la velocità che lo aveva reso così attraente per tanti club, sembra finalmente tornata.

Un rilancio molto apprezzato da Coyle: "Ogni volta che prende palla è eccitante, perché so quali sono la sua velocità e forza, e inoltre so che qualità abbia". E questa stagione al momento è la migliore dal suo sbarco in MLS, al punto che per lui si parla persino di una candidatura al premio di MLS MVP stagionale.

Nelle prossime settimane Barnes avrà la possibilità di testarsi contro alcune delle migliori Nazionali del mondo in Copa America, in cui la Giamaica affronterà Uruguay, Paraguay e Argentina nella fase a gironi, dove arriva senza aver perso un match nelle ultime sei partite.

I convocati della Giamaica per la Copa América 2015 

Portieri: Ryan Thompson (Pittsburgh Riverhounds), Duwayne Kerr (Sarpsborg 08), Dwayne Miller (Syrianska).
Difensori:  Wes Morgan (Leicester City), Jermaine Taylor (Houston Dynamo), Michael Hector (Reading), Daniel Gordon (Karlsruher), Adrian Mariappa (Crystal Palace), Hughan Gray (Waterhouse FC), Kemar Lawrence (NY Red Bulls).
Centrocampisti: Je-Vaughn Watson (FC Dallas), Rodolph Austin (Leeds United), Joel Grant (Yeovil), Lance Laing (FC Edmonton), Garath McCleary (Reading), Joel McAnuff (Leyton Orient).
Attaccanti: Allan Ottey (Mobay United), Giles Barnes (Houston Dynamo), Darren Mattocks (Vancouver), Simon Dawkins (Derby County), Deshorn Brown (Valarenga), Romeo Parkes (Isidro Metapan), Dino Williams (Mobay United).

DL_jamaica

Articoli Correlati
Il livello di calcio che si vede in campo non sarà forse al pari delle top leagues europee, ma quando si parla di social media, i team MLS non conosco rivali. Un esempio? LA Galaxy e Portland Timbers si sono affrontate domenica notte allo StubHub Center di Carson (California), col team guidato da Caleb Porter uscito vittorioso 1-0 in trasferta. Ad un certo punto del match è accaduto che il difensore dei LA Galaxy Jelle Van Damme abbia provato ad intervenire su un pallone conteso con il colombiano Diego Chara. Da quanto si è potuto vedere in TV, tra i due non c'è stato alcun contatto, nonostante un notevole volo in terra di Chara. Simulazione quindi, ma l'arbitro ha deciso di presentare a Van Damme il primo cartellino giallo, cui tre minuti dopo ne è seguito un altro (stavolta colpa sua) lasciando così LA in 10. A quel punto, il social media team dei Galaxyy è... entrato in campo. are we doing this right? ☄️ #shootingstars #memes pic.twitter.com/8wds3Wnop8 — LA Galaxy (@LAGalaxy) March 13, 2017 Non male anche la reazione di Van Damme via Twitter ✌

Calcio - Socceritalia

L'Atlanta United che ha distrutto il Minnseota United per 6-1 è chiaramente la squadra più rappresentata di questo Week 2 MLS Team of the Week. Sono infatti tre i rappresentanti dell'ATLUTD nel top 11 della settimana, a partire dall'ex torinista Josef Martinez autore di una tripletta, seguito dal regista Miguel Almiron e dal terzino sinistro della Nazionale USA Greg Garza, cui si aggiunge "Tata" Martino in panchina. Due invece i calciatori del Chicago Fire, vittorioso sabato sul Real Salt Lake, e sono: Dax McCarty e Johan Kappelhof. Riassumendo: il rientrante Tim Howard (Colorado Rapids) in porta. Linea di difesa a tre con Garza, Johan Kappelhof e Matt Hedges (FC Dallas, cresciuto nel Reading in Inghilterra). Centrocampo con Ignacio Piatti a costruire e Dax McCarty a distruggere, Anibal Godoy e Miguel Almiron (autore anche di una doppietta contro MInnesota). Attacco a tre con lo spagnolo David Villa - doppietta per lui contro il D.C. United - Martinez, e il messicano della Houston Dynamo Erick "Cubo" Torres, al secondo gol stagionale in due partite. In panchina: Jake Gleeson, POR; Nick Lima, SJ; Alex, HOU; Felipe, NY; Sebastian Lletget, LA; Maxi Moralez, NYC; Alberth Elis, HOU. Allenatore: Gerardo "Tata" Martino (ATL)

Calcio - Socceritalia

Meno di un mese e si riparte con il campionato di calcio di Serie A. Il via preliminare alla nuova stagione è stato dato ieri all’Expo di Milano con la definizione del calendario della Serie A 2015/2016. Nel campionato che sta per partire ricomincia la caccia alla Juventus campione in carica, e allo stesso tempo si dà il benvenuto alle tre neopromosse tra le quali c’è un gradito ritorno, quello del Bologna, e due debutti assoluti nella massima serie, quelli di Carpi e Frosinone. Il via al campionato è fissato per il 22 agosto, mentre l’ultima giornata è in programma il 15 maggio 2016. Partenza col botto per la nuova Serie A con Fiorentina-Milan alla prima giornata, Roma-Juve alla seconda, Inter-Milan alla terza e Napoli-Lazio alla quarta. Match clou L’inizio del campionato è infarcito di big match con l’incontro tra Juventus e Roma, prima e seconda dello scorso campionato, che andrà in scena all’Olimpico già alla seconda giornata. La sfida tra Napoli e Lazio, decisiva a fine campionato per andare ai preliminari di Champions, è in programma alla 4° giornata. Napoli-Juventus si giocherà alla 6° giornata, mentre nel turno successivo la squadra di Sarri andrà a San Siro per Milan-Napoli. Il derby d’Italia, Inter-Juventus, va in scena all’8° giornata, mentre alla 9° c’è Fiorentina-Roma. La sfida tra Juve e Milan è in programma alla 13°, con alla 14° uno stuzzicante Napoli-Inter. Chiusura ad alta tensione con l’ultima giornata, la 19°, che propone Roma-Milan e Fiorentina-Lazio. Derby Nemmeno le stracittadine, cinque in tutto quest’anno nel massimo campionato di calcio, dovranno aspettare più di tanto per animare le città di Milano, Roma, Torino, Genova e Verona. Il primo derby in programma è quello della Madonnina, con Inter-Milan in programma alla 3° giornata. Alla 7° si gioca Chievo-Verona, mentre all’11° giornata sarà la volta del derby della Mole tra Juventus e Torino. Nel turno successivo, 12° giornata, occhi puntati sull’Olimpico per Roma-Lazio. La serie di derby è chiusa da quello della Lanterna, Genoa- Sampdoria, in programma alla 18° giornata.

Calcio - Comunicablog

SOCCERITALIA
SPORT