SPORT
LA Galaxy, Robbie Keane saluta
Scritto il 2016-11-18 da Franco Spicciariello su Calciomercato

Sei stagioni in California, 3 MLS Cup, 1 Supporters' Shield, il titolo di MLS MVP 2014, 92 gol e 51 assist che lo hanno fatto entrare di diritto nella Hall of Fame della MLS. Sono questi i numeri di Robbie Keane, con la maglia dei Los Angeles Galaxy di cui è diventato un'autentica leggenda e ai quali dice addio al termine del suo contratto a dicembre. Dopo le voci degli ultimi mesi, è arrivata l'ufficialità del club.

"E' stato un onore essere il capitano della vostra squadra, sono orgoglioso di tutto ciò che abbiamo ottenuto insieme". Queste le parole di Keane rivolte ai tifosi su Instagram. "Seguirò il club nella sua crescita nei prossimi anni". Il messaggio è di quelli commoventi da parte dell'ex Inter, Tottenham e Liverpool, ma l'addio ai Galaxy non significa l'addio al calcio: "Credo che sia il momento di cominciare una nuova avventura. Mi sento in forma e ora che ho abbandonato la nazionale posso dedicarmi appieno al mio prossimo impegno".

I can confirm that after five fantastic years I will be leaving the LA Galaxy. It's been a privilege to have played my part in the history of such a great club and I leave with memories that will stay with me forever. Winning three MLS Cups, scoring over 100 goals for the club and being named as 2014 MVP are all achievements that I will look back on with pride, it's been an incredible experience, I've truly loved every minute of my time at LA Galaxy. However, I believe that now is the right time for a new challenge as I look towards the next chapter of my playing career. I still feel as fit and sharp as ever and I am looking forward to my next adventure. Having now retired from international football I am ready to focus everything I have on one last major challenge in club football and will be taking time out to consider my options before announcing my next move. I would like to thank everyone at the Galaxy including the board, manager and all of my teammates for their incredible support during my time in LA. Finally, I would like to thank the most important people at the club; the fans. Thank you for welcoming me as one of your own and for helping to make LA such a special place for both me and my family. The city has become my second home and I will never forget the unbelievable backing you've given me during my time at the Galaxy. The great times we have shared will stay with me forever. I look forward to watching the club continue to grow and progress in the coming years. It's been an honour to captain your team and I am so proud of everything we have achieved together. Thank you for everything.

Una foto pubblicata da Robbie Keane (@robbiekeane) in data: 17 Nov 2016 alle ore 15:06 PST

DONOVAN E GERRARD — E' un periodo di addii in casa Galaxy (e nella MLS in generale), visto che anche Steven Gerrard lascia. Le voci sul termine della sua avventura in America sono stati un tam-tam quotidiano negli States e in Inghilterra e il suo ultimo messaggio su Instagram è il saluto definitivo. Per dei grandi nomi che partono, però, c'è stato anche chi è tornato: Landon Donovan aveva detto addio ai Galaxy e al calcio, salvo poi ripensarci dopo due anni. Chissà che Gerrard e Keane non possano fare lo stesso.

Fonte: Gazzetta.it

Tags : - - -
L'MLS MVP non ha alcuna intenzione di lasciare gli States. I LA Galaxy hanno infatti annunciato l'estensione del contratto del centravanti irlandese Robbie Keane. “Siamo molto contenti che Robbie continui ad essere un membro dei Galaxy per i prossimi anni", ha dichiarato l'allenatore e GM Bruce Arena. “E' stato uno dei pezzi chiave dei nostri successi nelle ultime cinque stagioni, e speriamo continui così”. LEGGI: Robbie Keane, rinnovo biennale coi Galaxy e futuro in panchina L'ex Inter, Liverpool e Tottenham Robbie Keane, 35 anni il prossimo luglio, ha totalizzato 55 gol in 91 match per i Galaxy. Nella scorsa stagione, che gli è valsa il titolo di MVP vincendo la MLS Cup - raggiungendo quota tre (2011, 2012, 2014) - ha segnato 19 reti piazzando 14 assist. Nonostante l'età ormai un po' avanzata di Keane, per i Galaxy sembra comunque un buon affare. Keane è infatti un giocatore molto attento negli allenamenti, e ancora capace di battere gli avversari con regolarità, e il suo focalizzarsi sulla MLS gli consentirà di dare ancora molto. Peraltro il suo obiettivo è arrivare agli Europei di Francia nel 2016 con l'Irlanda, migliorando quindi notevolmente il suo attuale record di 65 gol in 139 partite.

Calciomercato - Socceritalia

La nuova stagione è appena iniziata, ma Robbie Keane ha già la testa al suo futuro con i LA Galaxy. Futuro che però non lo distrae dal presente, come si è visto nella vittoria per 2-0 contro il Chicago Fire venerdì scorso allo StubHub Center, con il 34enne irlandese autore di un bel gol dalla distanza. LEGGI: MLS Week #1, esordio con vittoria per i LA Galaxy Protagonista nel 2014 chiuso con MLS Cup e premio MVP, un 2015 partito subito bene, ed ora le trattative col club per rimanere ancora "per qualche anno", con obiettivi immediato una quarta MLS Cup e la CONCACAF Champions League col team di Bruce Arena. Keane ha quindi escluso al momento un possibile ritorno in patria nella lega d'Irlanda. “Odio dire che non tornerò, ma nessuno può immaginare il futuro", ha dichiarato Keane alla RTE irlandese nel corso del torneo preseason in un'intervista trasmessa ieri. “Ho ancora un anno coi Galaxy, e stiamo negoziando un altro contratto, che mi terrà lì ancora per qualche anni. Tornerò? Chi lo sa? Di certo non è qualcosa a cui penso al momento. Dopo aver smesso voglio diventare allenatore". L'attuale contratto di Keane scade a fine stagione, con opzione per un anno di LA. Opzione su cui Keane punta, stimolato anche dall'arrivo ai Galaxy dell'ex compagno e capitano del Liverpool Steven Gerrard. Un ingaggio, quello dell'inglese, che spedisce un messaggio molto serio riguardo le intenzioni del club. LEGGI: Ufficiale, Steven Gerrard ai LA Galaxy “Steven [Gerrard] sarà una grande aggiunta per la squadra. E' un giocatore fantastico e un gran ragazzo. Ho parlato con lui, è davvero eccitato, e non vede lora di arrivare. Per lui è una sfida completamente differente. Io ho lasciato l'Irlanda che avevo 15 anni, mentre lui è stato a Liverpool tutta la vita. Non dico che per lui sarà difficile vivere a LA, ma sarà diverso".

Calciomercato - Socceritalia

Lo si sapeva ma non era ufficiale. Fino ad oggi. I Los Angeles Galaxy hanno infatti annunciato che il capitano del Liverpool Steven Gerrard ha firmato un contratto di 18 mesi per giocare in Major League Soccer con la maglia dei campioni in carica. Nonostante abbia ammesso che sarà difficile per lui lasciare il club in cui ha speso una vita, Gerrard ha già iniziato a guardare avanti. "Il tempo è quello giusto, per me e per la mia famiglia, per cambiare, di affrontare una sfida fresca", ha dichiarato il giocatore inglese al LA Times via telefono. "Sono stato qui tanto tempo. Ho dato molto a questo club, ma sento che sia il momento giusto per staccare e provare qualcosa di diverso". La firma, anticipata dal The Times sabato scorso, rappresenta certamente uno dei momenti più importanti dei 19 anni di storia della MLS e dei LA Galaxy, club 5 volte vincitore della MLS Cup. Nonostante a 34 anni Gerrard sia inevitabilmente un po' più lento di qualche tempo fa, rimane comunque un grandissimo giocatore che sarà capace di aiutare i Galaxy a centrocampo e al botteghino. La decisione di Gerrard in favore dei Galaxy - nonostante fosse richiesto anche da NY Red Bulls, Toronto e Seattle - accresce ulteriormente la reputazione del club californiano, che negli ultimi 9 anni ha ingaggiato due ex capitani della Nazionale inglese quali David Beckham e appunto Gerrard, e quello della Nazionale irlandese Robbie Keane. "Siamo un club con una storia di successi" ha spiegato il coach e GM dei Galaxy Bruce Arena, che ha guidato il club alla vittoria di tre MLS Cup nelle ultime quattro stagioni. "Sono cose che insieme ad altre rendono i LA Galaxy un club attraente per giocatori come Steven Gerrard." Una storia di successi che certamente ha aiutato Gerrard nella decisionedi lasciare il Liverpool dopo 26 anni. E' infatti entrato nell'academy dei Reds all'età di 8 anni, spendendo l'intera carriera ad Anfield Road con ben 696 match e 182 reti. In bacheca Gerrard è riuscito a mettere due FA Cup, 3 League Cups e 4 titoli europei. Una cosa che non è riuscito a fare a Liverpool è però vincere il campionato. "Voglio finire bene la mia carriera. Voglio aggiungere trofei e medaglie alla mia collezione. Una delle ragioni per cui ho scelto i Galaxy è per i loro successi passati, ma anche per i piani futuri" Una scelta molto apprezzata dalla stampa losangelina, in questi giorni in fermento per la cessione di Matt Kemp da parte dei Los Angeles Dodgers (Major League Baseball). L'inseguimento da parte dei Galaxy nei confronti di Gerrard è iniziato poco dopo l'annuncio del ritiro da parte di Landon Donovan dello scorso agosto. Per quanto riguarda i termini del contratto, Gerrard è atteso da un ingaggio di circa $9 milioni in 18 mesi (3 a partire da luglio e 6 nel 2015, con $750mila coperti dalla lega). I team MLS hanno un salary cap di $3.1 milioni, ma ogni club può contrattualizzare sino a tre "designated players", che pesano solo parzialmente sul cap. Col ritiro di Donovan LA ha quindi liberato uno slot per un DP e gli $8.5 milioni dell'ingaggio base di Donovan, il cui contratto sarebbe terminato nel 2017. "Steven Gerrard è il giocatore perfetto per noi, in campo e fuori", ha dichiarato il Presidente Chris Klein. Gerrard ha spiegato come i Galaxy siano stati molto aggressivi nel cercare di prenderlo, ma che a convincere il capitano dei Reds sia stata una conversazione col manager del Liverpool Brendan Rodgers, in cui questi gli ha detto che il suo minutaggio sarebbe calato nella seconda parte della stagione. La discussione, accoppiata all'offerta di un contratto solo annuale da parte del LFC - metà di quanto sta guadagnando in questa stagione - ha fatto capire a Gerrard di non fare più parte dei piani del club. "Non voglio arrivare ad una certa con dei rimpianti. Ho avuto molte opportunità di trasferirmi, ma ho sempre rifiutato. Il tempo giusto è questo per fare qualcosa di differente, una nuova esperienza di vita". Gerrard chiuderà la stagione col LIverpool a maggio, per poi trasferirsi ai Galaxy a partire dall'8 luglio prossimo. Non è invece ancora chiaro in quale ruolo Bruce Arena lo schiererà. Non sembra infatti il sostituto diretto di Donovan, pur avendo giocato nella stessa posizione, mentre è più probabile che lo si possa vedere in un ruolo più arretrato. "Steven Gerrard arriverà a lugli, e per allora avremo un piano pronto. E' un giocatore di qualità. Non sono preoccupato di dove s'incastrerà nella nostra squadra".

Calciomercato - Socceritalia

SOCCERITALIA
SPORT