SPORT
Palermo, Barros Schelotto nuovo allenatore
Scritto il 2016-01-11 da Americo Costi su Calciomercato

Nel 2008 fu il protagonista della MLS Cup vinta dal Columbus Crew.

La furia esoneratrice di Maurizio Zamparini colpisce ancora. Via Davide Ballardini, al suo posto sulla panchina del U.S. Città di Palermo finisceuna vecchia conoscenza degli appassionati della Major League Soccer: l'argentino Guillermo Barros Schelotto, ex giocatore del Boca Juniors e vincitore della MLS Cup 2008 col Columbus Crew SC, e più recentemente allenatore del Lanus dopo aver sfiorato proprio la panchina del club dell'Ohio nel 2013.

Sarà affiancato da Fabio Viviani. "Doveva venire a giugno, ma visto quello che e' successo ho anticipato i tempi" ha detto Zamparini in una conferenza via skype.

FRISCO, TX - APRIL 10:  Forward Guillermo Barros Schelotto #7 of the Columbus Crew at Pizza Hut Park on April 10, 2010 in Frisco, Texas.  (Photo by Ronald Martinez/Getty Images)

FRISCO, TX - APRIL 10: Forward Guillermo Barros Schelotto #7 of the Columbus Crew at Pizza Hut Park on April 10, 2010 in Frisco, Texas. (Photo by Ronald Martinez/Getty Images)

Guillermo Barros Schelotto, vecchio pallino di Zdenek Zeman che da giocatore lo voleva alla Lazio, sbarcò al Crew nell'aprile 2007, diventando presto leader dei gialloneri guidati da Sigi Schmid. L'anno dopo fu il boom: nominato 4 volte Player of the week, 19 assist e 7 gol e il premio MLS MVP, a coronamento di una stagione chiusa col la MLS Cup vinta battendo i New York Red Bulls per 3-1 (tre assist dell'argentino) nella finale giocata all'Home Depot Center di Carson (CA).

Dopo altri due anni di giocate e assist, nel novembre 2010 arriva la rottura e il ritorno in Argentina, dove all'età di 37 anni chiude col Gymnasia y Esgrima, per poi assumere l'incarico di allenatore del Lanus nel 2012, dove ha vinto una Copa Sudamericana, è arrivato in semifinale di Copa Libertadores, e una volta secondo e una terzo in campionato. Ora, la chiamata di Zamparini.

Il Real Salt Lake in difficoltà nella Western Conference prova a rafforzare l'attacco con l'arrivo dell'argentino Juan Manuel Martinez, soprannominato "El Burrito." Reduce da due stagioni al Boca Juniors, il 29enne Martinez è stato annunciato ieri quale nuovo designated player del team dello Utah, ingaggio possibile grazie alla nuova regola MLS che ha fatto ricevere ai club soldi extra, che in questo caso hanno consentito l'abbattimento del contratto del Nazionale USA Kyle Beckerman. "Juan è un attaccante versatile e di grande esperienza, abituato alla pressione", ha spiegato il dirigente Craig Waibel al Salt Lake Tribune. Come il connazionale Sebastian Jaime  arrivato nell'agosto 2014, Martinez può giocare in tutti i ruoli d'attacco nel 4-3-3 di coach Jeff Cassar. Dopo aver iniziato la carriera al Velez Sarsfield, nelle ultime tre stagioni al Boca Juniors Martinez ha giocato 58 partite segnando 10 reti. Nel 2010 è stato anche nominato Giocatore Argentino dell'Anno. Nel mezzo ha indossato le maglie in Colombia del Cúcuta Deportivo nel 2007, e in Brasile del Corinthians nel 2012. In carriera per lui un totale di 44 gol in 258 partite, con anche 4 match in Nazionale argentina (nel 2011 e 2012) e un gol. Al RSL dovrà rimpiazzare il gol del costaricano Alvaro Saborio, recentemente passato al DC United, e in questo sarà aiutato dagli assist del connazionale Javier Morales. Il suo arrivo è stato possibile nonostante la finestra di mercato MLS si sia chiusa il 6 agosto. Fino al 15 settembre infatti il club nordamericani possono ingaggiare gli svincolati, e Martinez aveva rescisso col Boca il mese scorso - anche a causa dell'arrivo di Carlitos Tevez - il contratto che lo legava sino a dicembre prossimo.

Calciomercato - Socceritalia

Ultimo giorno di mercato per la MLS, e al photo finish il Columbus Crew ha ingaggiato l'ex difensore del Catania Gaston Sauro, prelevato dal Basilea. Il difensore argentino ha profondamente deluso le attese nell’ultimo campionato di Serie B con la maglia del Catania, retrocesso malamente e rientrato al Basilea dal prestito, lo staff tecnico svizzero non ha dato il proprio benestare alla permanenza. Saltato il trasferimento agli spagnoli del Levante, è di ieri l'accordo coi gialloneri del Columbus Crew guidati da Gregg Berhalter, dove cercherà di coprire il buco in mezzo lasciato lo scorso anno dall'addio del costaricano Giancarlo Gonzalez, passato al Palermo dopo un ottimo Mondiale. Il calciatore argentino era stato già adocchiato dal Catania tre anni fa, quando militava nel Boca Juniors. La status di comunitario, disponendo del passaporto italiano, aveva attirato la dirigenza etnea, che però non riuscì a chiudere la trattativa per complicazioni con la società argentina detentrice del cartellino. Nel luglio del 2012, Sauro sveste la maglia dei “boquenses” per indossare quella del Basilea. Con il club Svizzero, il difensore classe 1990 di Rosario, disputa 64 gare tra Super League, Coppa Svizzera, Champions League ed Europa League, realizzando anche due reti.  

Calciomercato - Socceritalia

SOCCERITALIA
SPORT