SPORT
NY Cosmos, oggi la storica amichevole contro Cuba
Scritto il 2015-06-02 da Franco Spicciariello su NASL USL NCAA

«Ho una domanda  dalla quale dipende il futuro delle relazioni fra Cuba e Usa», disse Clive Toye, presidente dei Chicago Sting, appena sbarcato all’Avana nel 1978: «Forse avete un sigaro?». Con una battuta sciolse il groppo allo stomaco di yankee e castristi, in ansia per la prima visita sull’isola di una squadra di «soccer» dalla Rivoluzione del 1959. È rimasta l’unica fino a domenica, quando all’aeroporto dell’Avana sono atterrati i New York Cosmos dell’ex madridista Raul e di Marcos Senna, accompagnati da Pelé. Difficile immaginare un incontro altrettanto rustico.

Toye raccontò in un’intervista al Chicago Sun-Times. “Pensavamo di fare un favore all’America, semplicemente pensavamo di farle un favore facendole conoscere un mondo più vasto. Credevamo di cambiare il mondo? No, non penso questo, però c’era un po lo spirito di Robin Hood, rubare ai ricchi per dare i poveri, usando i soldi dei proprietari delle squadre per sviluppare il soccer. Non sempre ci han visto di buon occhio per questo motivo”.

La partita si giocherà nel periodo di pausa  della North American Soccer League, seconda divisione del soccer USA, e consentirà ai Cosmos di metter in notevole esposizione il loro brand - reso leggendario negli anni '70 da Pelé, Giorgio Chinaglia, Franz Beckenbauer, Carlos Alberto, ecc. - in un evento di risonanza politica mondiale, con in campo campioni un po' agée quali gli spagnoli Raúl e Marcos Senna, e una rosa a vasta influenza centro-sudamericana.

Se il viaggio del 1978 fu una follia improvvisata di Toye e soci, quasi all’insaputa di Washington, l’arrivo dei Cosmos è pianificato in ogni dettaglio: «soccer diplomacy» allo stato purissimo, un viaggio funzionale al disgelo celebrato a dicembre da Obama e Raul Castro. L’apice questa sera, quando i Cosmos - in testa alla Nasl, seconda serie Usa, dopo 9 turni - sfideranno la nazionale dell’Avana allo stadio Marrero, di fronte a 30 mila spettatori.

Forse verranno seguiti dalla polizia segreta come i Chicago Sting, certo non vedranno nascosti a bordo strada i missili sovietici puntati sulla Florida. Il viaggio del 1978 fu una breccia inattesa nella cortina di ferro, una boccata d’ossigeno prima di riprendere a guardarsi da un mirino; questo, al contrario, celebra l’inizio di una nuova era: lo sbarco dei Cosmos - cui seguiranno presto i Baltimora Orioles di baseball entro fine anno - somiglia tanto al primo passo verso l’inevitabile conquista Usa del mercato cubano.

Nonostante lo sport nazionale diCuba sia tutt'oggi il baseball, il calcio inizia ad essere un serio rivale. Stati Uniti e Cuba si incontrano periodicamente a livello di competizioni internazionali, con l'ultimo match vinto per 4-1 dagli USA in quel di Sandy, Utah, in occasione della 2013 Gold Cup. Tra le due Nazionali non c'è però molta storia, come dimostra il filotto di vittorie nei 7 match dal 1998. Prima di allora le due squadre non si erano mai affrontate sin dal 1949.

Da notare anche il problema vissuto dalle varie Nazionali di Cuba che negli anni si sono recate negli USA per i vari tornei, a causa delle defezioni di molti giocatori che hanno approfittato per rimanere negli Stati Uniti. Un esempio nel calcio è quello del centrocampista dei Seattle Sounders Osvaldo Alonso, che ha lasciato la sua Nazionale nel corso della Gold Cup 2007.

Articoli Correlati
Il livello di calcio che si vede in campo non sarà forse al pari delle top leagues europee, ma quando si parla di social media, i team MLS non conosco rivali. Un esempio? LA Galaxy e Portland Timbers si sono affrontate domenica notte allo StubHub Center di Carson (California), col team guidato da Caleb Porter uscito vittorioso 1-0 in trasferta. Ad un certo punto del match è accaduto che il difensore dei LA Galaxy Jelle Van Damme abbia provato ad intervenire su un pallone conteso con il colombiano Diego Chara. Da quanto si è potuto vedere in TV, tra i due non c'è stato alcun contatto, nonostante un notevole volo in terra di Chara. Simulazione quindi, ma l'arbitro ha deciso di presentare a Van Damme il primo cartellino giallo, cui tre minuti dopo ne è seguito un altro (stavolta colpa sua) lasciando così LA in 10. A quel punto, il social media team dei Galaxyy è... entrato in campo. are we doing this right? ☄️ #shootingstars #memes pic.twitter.com/8wds3Wnop8 — LA Galaxy (@LAGalaxy) March 13, 2017 Non male anche la reazione di Van Damme via Twitter ✌

Calcio - Socceritalia

L'Atlanta United che ha distrutto il Minnseota United per 6-1 è chiaramente la squadra più rappresentata di questo Week 2 MLS Team of the Week. Sono infatti tre i rappresentanti dell'ATLUTD nel top 11 della settimana, a partire dall'ex torinista Josef Martinez autore di una tripletta, seguito dal regista Miguel Almiron e dal terzino sinistro della Nazionale USA Greg Garza, cui si aggiunge "Tata" Martino in panchina. Due invece i calciatori del Chicago Fire, vittorioso sabato sul Real Salt Lake, e sono: Dax McCarty e Johan Kappelhof. Riassumendo: il rientrante Tim Howard (Colorado Rapids) in porta. Linea di difesa a tre con Garza, Johan Kappelhof e Matt Hedges (FC Dallas, cresciuto nel Reading in Inghilterra). Centrocampo con Ignacio Piatti a costruire e Dax McCarty a distruggere, Anibal Godoy e Miguel Almiron (autore anche di una doppietta contro MInnesota). Attacco a tre con lo spagnolo David Villa - doppietta per lui contro il D.C. United - Martinez, e il messicano della Houston Dynamo Erick "Cubo" Torres, al secondo gol stagionale in due partite. In panchina: Jake Gleeson, POR; Nick Lima, SJ; Alex, HOU; Felipe, NY; Sebastian Lletget, LA; Maxi Moralez, NYC; Alberth Elis, HOU. Allenatore: Gerardo "Tata" Martino (ATL)

Calcio - Socceritalia

Meno di un mese e si riparte con il campionato di calcio di Serie A. Il via preliminare alla nuova stagione è stato dato ieri all’Expo di Milano con la definizione del calendario della Serie A 2015/2016. Nel campionato che sta per partire ricomincia la caccia alla Juventus campione in carica, e allo stesso tempo si dà il benvenuto alle tre neopromosse tra le quali c’è un gradito ritorno, quello del Bologna, e due debutti assoluti nella massima serie, quelli di Carpi e Frosinone. Il via al campionato è fissato per il 22 agosto, mentre l’ultima giornata è in programma il 15 maggio 2016. Partenza col botto per la nuova Serie A con Fiorentina-Milan alla prima giornata, Roma-Juve alla seconda, Inter-Milan alla terza e Napoli-Lazio alla quarta. Match clou L’inizio del campionato è infarcito di big match con l’incontro tra Juventus e Roma, prima e seconda dello scorso campionato, che andrà in scena all’Olimpico già alla seconda giornata. La sfida tra Napoli e Lazio, decisiva a fine campionato per andare ai preliminari di Champions, è in programma alla 4° giornata. Napoli-Juventus si giocherà alla 6° giornata, mentre nel turno successivo la squadra di Sarri andrà a San Siro per Milan-Napoli. Il derby d’Italia, Inter-Juventus, va in scena all’8° giornata, mentre alla 9° c’è Fiorentina-Roma. La sfida tra Juve e Milan è in programma alla 13°, con alla 14° uno stuzzicante Napoli-Inter. Chiusura ad alta tensione con l’ultima giornata, la 19°, che propone Roma-Milan e Fiorentina-Lazio. Derby Nemmeno le stracittadine, cinque in tutto quest’anno nel massimo campionato di calcio, dovranno aspettare più di tanto per animare le città di Milano, Roma, Torino, Genova e Verona. Il primo derby in programma è quello della Madonnina, con Inter-Milan in programma alla 3° giornata. Alla 7° si gioca Chievo-Verona, mentre all’11° giornata sarà la volta del derby della Mole tra Juventus e Torino. Nel turno successivo, 12° giornata, occhi puntati sull’Olimpico per Roma-Lazio. La serie di derby è chiusa da quello della Lanterna, Genoa- Sampdoria, in programma alla 18° giornata.

Calcio - Comunicablog

SOCCERITALIA
SPORT