SPORT
Giamaica, Bolt ai Mondiali? Sì, ma di calcio
Scritto il 2014-03-12 da Franco Spicciariello su Concacaf

Il campione olimpico e primatista mondiale dei 100 e 200 metri, Usain Bolt, da sempre ha espresso pubblicamente il suo amore per il calcio. Molti in passato sorrisero quando Bolt espresse il desiderio di giocare per il Manchester United subito dopo la sua medaglia d'oro a Londra 2012 , e tanto più quando fu fotografato mentre chiacchierava all'Old Trafford con Alex Ferguson .

Ma ora, sembra che il sogno di Bolt di giocare a calcio di alto livello possa avverarsi . Secondo il giornale giamaicano Star, il CT della nazionale, il tedesco Wilfried Schäfer, vorrebbe Bolt nella rosa della squadra che punterà alla qualificazione per la Coppa del Mondo 2018, e Bolt sarebbe pronto a parlarne.

Schaefer ha detto ad un altro giornale giamaicano, The Gleaner: "Lo voglio in Nazionale [...] Forse dopo le Olimpiadi in Brasile [nel 2016], io voglio vederlo nella nostra squadra".

Invece di ridere a tali dichiarazioni, Bolt le ha apparentemente prese sul serio. Ha pubblicato una foto della storia del giamaicano Star sul suo account Instagram con un messaggio che dice "tutto è possibile", visto anche che ha già annunciato il suo ritiro dall'atletica a fine 2016.

C'è ancora molta strada da fare prima di poter dire se la questione è seria o solo un ottimo lavoro di PR, ma un veloce sguardo alla rosa della Giamaica suggerisce che forse un posto per Bolt in squadra potrebbe esserci. Un uomo con una tale velocità sarebbe probabilmente ottimo come ala, ruolo coperto nei Reggae Boyz da due giocatori MLS: Deshorn Brown del Colorado Rapids, uno dei migliori giovani della lega, e Darren Mattocks dei Vancouver whitecaps sulla sinistra, ma schierabile anche in mezzo.

Ma ad alternarsi sulla fascia negli ultimi mesi sono stati anche Gareth McLeary del Reading, Luton Shelton dei russi del Volga Nizhny Novgorod e l'ex NY Red Bulls Dane Richards (in passato nel mirino del Novara), che ora milita coi norvegesi del Bodo/Glimt, promossi in prima divisione al termine della stagione 2013 .

Una lista di nomi non certo altisonante, e l'idea che Bolt possa rappresentare il suo paese non è poi così esagerata, specie se riuscirà a far vedere di essere un "calciatore" oltre che il più grande sprinter di sempre. L'annuncio dopo la medaglia d'oro a Rio?

SOCCERITALIA
SPORT