SPORT
Hexagonal, gli USA chiudono al primo posto
Scritto il 2013-10-12 da Franco Spicciariello su Nazionale USA

Con ancora un match da giocare, gli Stati Uniti si assicurano il primo posto nell'Hexagonal di qualificazione ai Mondiali 2014 grazie alla vittoria per 2-0 sulla Giamaica nel match vinto per 2-0 - gol di Graham Zusi e Jozy Altidore - giocato ieri notte allo Sporting Park di Kansas City.

Il fattore campo colpisce ancora una volta per gli USA, che nei cinque match casalinghi hanno ottenuto 15 punti senza subire nemmeno un gol, un record già ottenuto nel 2005. Ma va detto che i primi 60' della partita con la Giamaica sono stati probabilmente i peggiori dell'intera campagna di qualificazione.

A cambiare le sorti del match sono stati l'eroe di casa l'ala Graham Zusi - cui il CT Jurgen Klinsmann inizialmente ha preferito il centrocampista del Nantes Alejandro Bedoya - e il laterale sinistro del Tijuana Edgar Castillo, che una volta entrati dalla panchina al posto dei veterani Landon Donovan (notevolmente sottotono anche a causa di un fastidio alla caviglia) DaMarcus Beasley (infortunato, salterà Panama) hanno fatto cambiare marcia alla squadra.

Zusi è stato subito devastante sulla fascia e autore del gol del vantaggio - su assist di Bedoya, tra i migliori - che ha fatto impazzire il pubblico dello Sporting Park, e aspettiamoci di vederlo titolare nel match contro Panama di martedì prossimo che chiuderà l'Hexagonal. Bravo poi Castillo ad intercettare una palla a centrocampo e a lanciare il centravanti del Sunderland Jozy Altidore per il raddoppio, guadagnandosi probabilmente un posto nella rosa dei 23 dei Mondiali.

Difesa tranquilla con l'accoppiata centrale formata da Matt Besler (Sporting KC) e Geoff Cameron (Stoke City), Brad Evans (Seattle Sounders) a destra,  autore di un salvataggio alla disperata su Demar Phillips, e con Beasley (Puebla) a sinistra.

Sempre entrando dalla panchina si è messo in mostra anche il centrocampista dell'Anderlecht (dove l'anno scorso faceva coppia col laziale Lucas Biglia, che considera suo maestro) Sacha Kljestan, bravo sia in costruzione che in copertura, riuscendo anche ad andare al tiro una volta. La sua pressione è stata fondamentale nel recupero che ha dato il via al secondo gol.

Nonostante sia l'unico americano ad essere sceso in campo nei primi due turni di Champions League, Kljestan era stato ignorato da Klinsmann per i match di settembre, ma dal punto di vista tattico il suo ingresso al posto dell'attaccante dell'AZ Alkmaar Aron Johannsson (che ha fallito quache occasione di troppo), con Mix Diskerud spostato dietro ad un Altidore abbastanza assente, passando da un 4-4-2 al 4-5-1, ha dato equilibrio a tutta la squadra. Kljestan è un giocatore esploso in vista dei passati Mondiali 2010, ma si era poi perso poco prima anche a seguito di un mancato passaggio al Celtic Glasgow (stoppato dalla MLS) che lo portò ad un notevole calo di rendimento. Ma stavolta di certo non si lascerà sfuggire l'occasione di esserci.

Non certo soddisfatto del gioco il CT Klinsmann, specie del primo tempo, che lo ha costretto ad effttuare dei cambiamenti:

Ci aspettavamo una partita tirata. La Giamaica non è venuta sin qui per regalarci dei punti.. Sono molto ben organizzati e fisicamente forti, bravi nel contropiede. Nel primo tempo ci hanno chiuso gli spazi. 

“Alla fine del primo tempo ci siamo detti, ' Ragazzi, dobbiamo alzare l'asticella e il ritmo'. E' quello che abbiamo fatto. Dopo 55/60 minuti ci siamo velocizzati creando delle occasioni. In panchina sentivo che era solo questione di tempo per il primo gol”

Klinsmann ha anche parlato della pessima prova di Donovan

"Abbiamo parlato subito dopo la partita. Gli ho detto che volevamo cambiare qualcosa, e che lui non era in partita come sperava. Può capitare una brutta partita, e ieri sera è capitato anche ad altri. Non è successo niente”.

Vincono Messico e Honduras

Nella federazione del Centro e Nord America, vittoria 1-0 dell'Honduras a San Pedro Sula contro il già qualificato Costarica (gol di Bengtson). La squadra catracha è vicinissima al ticket diretto per il Brasile, conservando i tre punti vantaggio sul Messico, che ha vissuto una serata di forti emozioni. ElTri doveva vincere per sperare nel quarto posto del girone, e la conseguente qualificazione alla partita di spareggio contro la Nuova Zelanda: c'è riuscito, davanti ai soliti centomila dello stadio Azteca, battendo 2-1 Panama. Javier "Chicharito" Hernandez sbaglia un rigore e Panama trova il pareggio a 10' dalla fine con Tejada, dopo il gol iniziale di Peralta. Decide in favore del Messico, a 5' dal termine, una spettacolare rovesciata di Raul Jimenez: ora è sufficiente un punto contro Costarica mercoledì e sarà spareggio.

__________________________________________

11 ottobre, 2013 - Qualificazioni Mondiali 2014
Sporting Park; Kansas City, Kan.

USA vs. Giamaica 2-0
Marcatori:
USA - Graham Zusi (Alejandro Bedoya) 77'
USA - Jozy Altidore (Edgar Castillo) 81'

USA: 1-Tim Howard (cap.); 6-Brad Evans, 20-Geoff Cameron, 5-Matt Besler, 7-DaMarcus Beasley (2-Edgar Castillo, 66); 11-Alejandro Bedoya, 8-Mix Diskerud, 13-Jermaine Jones, 10-Landon Donovan (19-Graham Zusi, 46); 9-Aron Johannsson (16-Sacha Kljestan, 72), 17-Jozy Altidore
Non entrati: 12-Brad Guzan, 3-Michael Orozco, 23-Kyle Beckerman, 14-Terrence Boyd
CT: Jurgen Klinsmann

GIAMAICA: 1-DuWayne Kerr; 12-Demar Phillips, 19-Adrian Mariappa, 7-Westley Morgan, 3-Lloyd Doyley; 11-Darren Mattocks , 17-Rodolph Austin (cap.), 15-Je-Vaughn Watson (14-Theo Robinson, 73), 22-Deshorn Brown; 10-Joel McAnuff, 9-Ryan Johnson (21-Jermain Anderson, 85)
Non entrati: 2- Daniel Gordon, 4-Marvin Ellitott, 5-Alvas Powell, 6-Romario Campbell, 8-Jermaine Johnson, 13-Richard McCallum, 16-Jermaine Taylor, 18-Shaun Cummings, 20-Kemar Lawrence, 23-Gariece McPherson
CT: Winfried Schaefer

Ammoniti:
USA - Sacha Kljestan (caution)       91'
JAM- Jermain Anderson (caution)  92'

Arbitro: Elmer Bonilla (SLV)
Spettatori: 18,467
Man of the Match: Graham Zusi

SOCCERITALIA
SPORT