SPORT
Henry all'Arsenal: "Questione di cuore"
Scritto il 2012-01-06 da Arnaldo Selmosson su MLS

E' arrivata anche l'ufficialità, direttamente dal sito Arsenal.comThierry Henry è di nuovo un giocatore dell'Arsenal. L'attaccante francese ha firmato un contratto di due mesi con i "Gunners" , che affronteranno il Milan negli ottavi di Champions League con Henry che potrebbe giocare almeno l'andata, prevista per il 16 febbraio a San Siro.

Recordman di reti nella storia del club londinese, con 226 gol in 370 partite, e da molti considerato il miglior giocatore mai sceso in campo ad Highbury, arriva in prestito dai NY Red Bulls e per Arséne Wenger sarà un rinforzo importante in un periodo, quello tra gennaio e febbraio, nel quale non ci saranno gli attaccanti Gervinho e Marouane Chamakh impegnati in Coppa d'Africa.

"Sono molto felice - ha dichiarato Wenger al sito internet del club -, sia io che Thierry abbiamo realizzato un nostro desiderio. Starà con noi a gennaio e febbraio poi tornerà negli "States". Sono certo che in questi due mesi darà una grossa mano alla squadra sia in campo che nello spogliatoio".

Henry, campione del mondo nel '98 e d'Europa nel 2000 con Nla azionale francese (battendo proprio l'Italia), sbarcòall'Arsenal nel '99, dopo l'esperienza negativa con la maglia della Juventus, anche per un posizionamento tattico sbagliato che lo vedeva trate di fascia. Con i "gunners" ha vinto due Premier League e due FA Cup, poi nel gennaio 2007 arriva il trasferimento al Barcellona sot la guida prima di Frank Rijkaard e poi di Pep Guardiola, dove vince Liga, Coppa del Re e Champions League. Quindi, nel 2010, il trasferimento ai Red Bulls. Nel 2008 è stato premiato come miglior giocatore di tutti i tempi nella storia dell'Arsenal e il club, in occasione del 125° anniversario, gli ha dedicato una statua di bronzo che tutti possono ammirare all'interno dell'Emirates Stadium.

"Tornare qui è qualcosa di irreale a essere onesti, ma per me l'Arsenal è una questione di cuore. Non sono qui per fare l'eroe o per dimostrare chissà cosa, sono qui per dare una mano viste le assenze di Gervinho e Chamakh. Farò tanta panchina, la squadra sta facendo bene, ma sono pronto a dare una mano”.

Henry non dimentica i tifosi dei Red Bulls. "Ho sempre detto che non avrei giocato più in Europa, ma quando c'è di mezzo l'Arsenal per me è sempre difficile dire di no. Starò qui due mesi - ha proseguito il francese -, poi tornerò a New York con l'obiettivo di vincere la Major League Soccer con i miei compagni. Spero che questi due mesi mi diano la possibilità di aiutare i "gunners" e di tornare in forma per l'inizio della MLS".

Henry sarà a disposizione di Wenger per tutto il mese di gennaio e di febbraio nello stesso periodo il suo compagno sia al Barça che a NY, il messicano Rafa Marquez, si allenerà col Barça B), poi tornerà a New York dove preparerà con i Red Bulls il campionato MLS al via il prossimo 10 marzo. Già lunedì "Titì" potrebbe fare il suo debutto contro il Leeds nel terzo turno di FA Cup con indosso la "sua" maglia numero 12.

Molto contento anche Wenger: "Era il desiderio di entrambi. Sarà qui con noi due mesi e poi tornerà in America. In questo periodo sarà un grosso asset per la squadra, sia nello spogliatoio che sul campo. Lui potrà giocare tranquillo, senza troppa pressione, e sarà di grande aiuto per il team".

SOCCERITALIA
SPORT