SPORT
USA sconfitti anche in Francia
Scritto il 2011-11-12 da Franco Spicciariello su MLS

Ancora una sconfitta per gli USA del CT tedesco Jurgen Klinsmann, che escono con un 1-0 sulle spalle dallo Stade de France di Parigi, gremito da oltre 70mila spettatori, per un gol dell'attaccante dei Blues Loic Remy al 72'.

Gli USA sotto Klinsmann hanno sino ad ora messo insieme uno score di una vittoria, un pari e ben quattro sconfitte, ma preoccupano i soli due gol segnati in sei partite, non tutte giocate contro avversari top. Si aggiunga che sale a quota 7 il numero di partite senza vittorie in Europa, in attesa dell'impegno di mercoledì prossimo contro la Slovenia.

L'ex interista Klinsi, privo di Landon Donovan rimasto a Los Angeles in vista della finale di MLS Cup, schiera un undici con Howard tra i pali, difesa composta da Steve Cherundolo, il centrale del Broendby Clarence Goodson, Carlos Bocanegra e il tedesco-americano Timmy Chandler laterale sinistro (anche se nel Norimberga gioca a destra). In mezzo centrocampo inedito con Maurice Edu, Kyle Beckerman preferito a Jermaine Jones (poi entrato al 66) e Clint Dempsey, con Brek Shea e Danny Williams di supporto al centravanti dell'AZ67 Alkmaar Jozy Altidore.

Dall'altra parte, l'altro ex interista Laurent Blanc è privo di del folletto Samir Nasri, infortunato, e punta tutte le carte su Franck Ribery e sul madridista Karim Benzema, in cui assenza i gol fanno fatica ad arrivare per i Bleus.

La partita parte ad un ritmo basso, con sostanziale dominio del campo da parte della Francia, in bellissima maglia blu della Nike, ma con gli USA molto tranquilli. Prima occasione dei Bleus al 27', che di tacco su un cross di Adil Rami quasi infila. Poco dopo arriva il primo corner per gli americani con Cherundolo, ma l'incornata di Edu è facilmente bloccata da Hugo Lloris, portiere che nel 2008 era stato preso dal Milan, trasferimento poi saltato per il rifiuto di Abbiati al trasferimento al Palermo). Ma è ancora la Francia a riversarsi in avanti con il tiro di Benzema che rimbalza sul petto di Goodson.

Nel secondo tempo la prestazione degli USA si deteriora notevolmente, con un centrocampo latitante e una difesa spesso in confusione, come in occasione del gol, quando Marvin Martin è bravo a lanciare in mezzo Remy, Goodson rincorre ma cade goffamente e la Francia fa 1-0, al termine di un'azione simile a quella contro la Romania.

Quello del gol è l'unico vero momento di vulnerabilità mostrato da Howard, bravissimo a strappare dalla porta una punizione taglata di Karim Benzema dal limite. Poco prima lo stesso Benzema aveva anche preso la traversa, sempre per un errore di Goodson, sicuramente il peggiore in campo assoluto.

Così la difesa. Mon che l'attacco sia andato meglio. Anzi. Gli americani hanno faticato continuamente nella fase offensiva, sparando solo tre tiri nell specchio avversario. L'unica azione veramente pericoloa è quella di Demspey al 77' che s'invola verso Lloris, mavuene atterrato al limite da Laurent Koscielny.

Ma dopo il gol dei Bleus la situazione è sembrata degenerare, con i francesi continuamente pericolosi e gli USA scomparsi dal campo, senza che gli ingressi dell'altro tedesco-americano dello Schalke 04 Jermaine Jones e del laterale ex Rangers (ora ai messicani del Puebla) DaMarcus Beasley servisse a qualcosa, vista anche l'inconcludenza nel costruire il gioco.

Molti giovani per Klinsmann quindi, incluso l'esordio assoluto di Fabian Johnson e la prima col tedesco di Goodson (pessimo inizio) e Jones. Si aggiunga la fumosa e inconcludente prestazione di Beckermann (Real Salt Lake) e quella meno lucida del solito di Cherundolo, ed è fatta. Ma certo è una fase di rifondazione...

Unica buona notizia della serata quindi la visita nello spogliatoio dell'allenatore dei Gunners Arséne Wenger. "Abbiamo avuto il piaceredi averlo con noi, parlare con i giocatori, e far loro grandi complimenti", ha detto Klinsmann. Ariconsolate con l'ajetto, si dice a Roma in questi casi.

_______________________________________________________

Venerdì, 11 novembre 2011 - Stade de France, Parigi
Francia vs. USA 1-0

Marcatori:
FRA - Loïc Rémy (Marvin Martin) 72'

USA: 1-Tim Howard; 2-Steve Cherundolo, 4-Clarence Goodson, 5-Carlos Bocanegra (capt.), 3-Timmy Chandler; 8-Maurice Edu (18-Edson Buddle, 77), 6-Kyle Beckerman (16-Jermaine Jones, 66), 10-Clint Dempsey; 11-Brek Shea (17- DaMarcus Beasley, 71), 7-Danny Williams (15-Fabian Johnson, 71), 9-Jozy Altidore
Non entrati: 12-Bill Hamid, 13-Michael Orozco Fiscal, 14-Michael Bradley
CT: Jurgen Klinsmann

FRANCIA
: 1-Hugo Lloris; 2-Matthieu Debuchy, 4-Adil Rami, 5-Laurent Koscielny, 3-Jérémy Mathieu; 14-Jérémy Ménez, 18- Alou Diarra, 17- Yann M'Vila (11-Maxime Gonalons, 60), 7- Franck Ribéry (21-Loïc Rémy, 64); 10- Karim Benzema (8-Marvin Martin, 65), 20- Kevin Gameiro (9-Olivier Giroud, 60)
Non entrati: 6-Yohan Cabaye, 12-Mamadou Sakho, 13-Anthony Réveillère, 15-Florent Malouda, 16-Cédric Carrasso, 22-Eric Abidal, 23-Steve Mandanda
CT: Laurent Blanc 

Ammoniti:
FRA – Laurent Koscielny 78'
FRA – Matthieu Debuchy 80'

Arbitro: Michael Koukoulakis (GRE)
Spettatori: 70.018

SOCCERITALIA
SPORT