SPORT
WFC - La Juve chiude battendo il Chivas
Scritto il 2011-07-29 da Americo Costi su MLS

Con un gol di Quagliarella, e un bel regalo della difesa messicana, la Juve ha battuto 1-0 il Chivas de Guadalajara e ha salutato gli Stati Uniti con il bilancio di due vittorie e una sconfitta. Antonio Conte è salito sull'aereo con già un mezzo sorriso soprattutto per la difesa, che per la seconda volta filata ha tenuto gli avversari a zero. Rispetto all'esordio americano contro lo Sporting Lisbona, valore del nemico a parte, i bianconeri hanno insomma fatto qualche piccolo progresso. Per esempio limato errori nella gestione della palla, che quasi mai buttano via. E aggiustato le distanze tra i reparti.

Quando s'attacca, dentro all'enorme «Carter-Finley Stadium» di Raleigh (NC) c'è pure parecchia gente per essere nella terra del basket e del football: oltre 16.000 tifosi. Nulla al confronto dei 60.000 che riempiono l'impianto quando con la palla ovale giocano i «Wolfpack» della North Carolina State University, ma per il «soccer» non è male. La Juve è andata avanti dopo appena 12 minuti, quando Magallon è scivolato al limite della propria area, donando palla a Quagliarella: controllo, mira, e diagonale rasoterra nell'angolino.

A tratti i bianconeri giocano pure bene, e una volta riescono a presentarsi davanti al portiere avversario con quattro passaggi di prima: manca solo la conclusione (Pepe), ma la giocata è davvero bella. Comincia a funzionare qualcosa, anche se Conte ha cambiato molto nell'assetto iniziale: Storari in porta, Motta dall'inizio, Pazienza-Marchisio inedita coppia a centrocampo, così come Toni-Quagliarella davanti. Sulle corsie, a destra si rivede Pepe, che ha recuperato dai guai muscolari, mentre a sinistra Pasquato non ripeterà la bella prova di New York. Continua invece a viaggiare forte Marchisio, che contrasta, pressa, ruba palloni e azzecca le giocate. Sarà ancora un pezzo importante.

Con il frullatore dei cambi la partita un po' s'appisola, e l'unico brivido della ripresa arriva al minuto 35', quando una punizione di Mora scheggia il palo. La Juve, invece, con maggiore concretezza davanti, avrebbe buttato dentro il raddoppio. Nella notte americana, l'alba in Europa, il ritorno in Italia: due giorni di riposo, poi ripresa degli allenamenti a Vinovo. Dal 4 all'8 agosto, invece, ritiro a Chiusa Pesio, tra le valli del cuneese. Dovrebbe esserci anche Vucinic: Beppe Marotta conta di chiudere l'affare entro lunedì.


__________________________________________________

Juventus-Chivas 1-0
MArcatori: JUV - Quagliarella 12'

Juventus (4-2-4): Storari; Motta (24' st Grygera), Bonucci (24' st Chiellini), Barzagli (43' st Sorensen), Ziegler; Pazienza (22' st Marrone), Marchisio (15' st Pirlo); Pepe (12' st Krasic), Toni (24' st Matri), Quagliarella (24' st Del Piero), Pasquato (12' st Immobile). All. Conte.

CD Chivas de Guadalajara (4-3-3): Luis (12' st Hernandez); De Luna (19' st Gallardo), Araujo (19' st Le'ìdesma), Magallon (24' st Luis), Ponce (30' st Sanchez); Esparza (30' st Nava), Mejia (24' st Mora), Baez (12' st Fierro); Fabian (12' st Tostado), Arellano (12' st Salazar), Medina (12' st Casillas). All. Real.

Arbitro: Kadlecik.
Spettatori: 16.124

Tratto da LaStampa.it

SOCCERITALIA
SPORT